Note a lume di candela

Nell’anniversario del protocollo di Kyoto per la riduzione delle emissioni di gas serra ed in occasone dell’iniziativa “M’illumino di meno 2014”, lo Spelovivarim Erwin Pichl ha organizzato la serata intitolata Note a lume di candela.
Nel suggestivo ambiente sotterraneo dello Speleovivarium sono state evocate emozioni profonde al suono brillante del flauto, strumento semplice di discendenza popolare. La Trieste Flute Association ha mirabilmente presentato, a lume di candela, un interessante programma di brani classici intercalati a pezzi di origine folkloristica.
Una bella iniziativa, di grande suggestione e perfettamente allineata all’attività divulgativa e di educazione ambientale promossa dalla SAS e dallo Speleovivarium.

Il pubblico presente (Foto P. Guglia)
Trieste Flute Association (Foto P. Guglia)

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest