“The Dark Side Of The Real Bilapec”

Con l’amico Marco Giuffrida, Rocco si presenta sotto la parete del Bilapec, questa volta non per andare in ROLO, ma per aprire una via di arrampicata sportiva. Questa via passa, guarda caso, vicino a delle interessanti aperture in parete e ovviamente si avrà l’occasione di darci un’occhiata.
Già al quarto tiro di corda quella che dal basso sembrava una semplice fessura si rivela un vero e proprio meandro, alto 20 m e percorso da un vento gelido, ma troppo stretto per entrarci in pantaloncini corti e maglietta. I due climberpreferiscono finire il tiro e raggiungere una cengia dove dal basso s’intravvedeva una caverna.
Con un traverso in cengia, piantato un fix e dopo una calata di 5 m, è subito evidente che si tratta di qualcosa di speciale: un ingresso a galleria spettacolare, a 120 metri di altezza in parete, con una vista da togliere il fiato.
Fatta l’importante scoperta, i due proseguono la loro scalata…

Il futuro abisso sarà chiamato “The Dark Side Of The Real Bilapec”, per gli amici solo REAL

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest